Regolamentazione Bitcoin, USA ancora divisi

bitcoin regolamentazione

È evidente che non c’è un fronte unito quando si tratta di un regolamento riguardante il Bitcoin negli Stati Uniti in questo momento.
Diversi stati hanno diversi tipi di regolamento quando si tratta di criptovalute, a New York è stato un problema di stato per un bel pò di tempo ma non sono i soli a questo proposito.

Idaho, Alaska, Iowa, e Utah non sono troppo entusiasti di questa nuova forma di denaro, sarà interessante vedere come tutto questo influirà sul mercato digitale nelle prossime settimane e mesi.
Regolamentare il Bitcoin è molto problematico negli Stati Uniti, considerando che non c’è nessuna legge federale di cui parlare, i singoli stati possono spianare la propria strada in questo senso.

Una cosa è sicura, molti stati sono interessati a questa tipologia di mercatoi e vogliono essere più informati circa i rischi connessi al Bitcoin e Altcoins.

Idaho e Alaska hanno anche rilasciato ufficiali avvertenze, si consiglia di non investire in qualsiasi criptovaluta a causa della potenziale rischiosità di una truffa, una espressione molto forte.

Il regolamento sul Bitcoin rimane un argomento difficile e n essuno può negare che c’è un sacco di speculazione all’interno del settore.
Affrontare tutte queste potenziali insidie, non sarà facile, la maggior parte delle persone non sanno nemmeno che cosa si ottiene in cambio di un investimento.

Si rendono necessarie delle iniziative di formazione prima la criptovaluta possa essere in grado di decollare come una tendenza mainstream.
Purtroppo i regolatori locali sono più preoccupati per l’emissione di avviso di educare le masse ma per fortuna, nessuno stato ha deciso di bandire il Bitcoin o altre criptovalute per ora, né sarebbe in grado di farlo.
Tutto quello che possono fare è cercare di imporre ulteriori regole ai servizi correlati come lo stato di New York ci ha mostrato, tali decisioni possono facilmente ritorcersi contro.

L’introduzione di BitLicense non ha fatto nulla a beneficio delle criptovalute utilizzate a New York, è risultata essere una forma di regolamentazione che ha distrutto piuttosto che migliorare.

L’Illinois è abbastanza positivo nell’approccio comunque è ancora troppo presto per trarre le giuste conclusioni su questo fronte.
La tutela dei consumatori deve sempre essere la priorità numero uno tuttavia c’è una linea sottile tra l’eccessiva regolamentazione e la promozione dell’innovazione.
Una situazione interessante da tenere d’occhio, questo è certo.

www.criptovalutequotazioni.it

You may also like